IMITIAMO I FORCONI

31 dicembre 2013

IMITIAMO I FORCONI

Caro Direttore,
sì, la rabbia delle molte anime della protesta priva di simboli e di bandiere, ha trovato finalmente diritto di espressione.

È una sorta di “infezione” che si trasforma in “epidemia”.
I Forconi hanno un solo obiettivo: quello di mandare a casa tutta la classe politica.

La Nostra Categoria è in affanno; il Fisco è insopportabile; adempimenti sempre più numerosi e ravvicinati che si sovrappongono, sempre più incerti e ballerini, hanno disorientato e confuso i Commercialisti.
Solo in materia di IMU, sono state 1.500 le delibere in due settimane; quelle in campo complessivamente sono 103.982 e dobbiamo districarci fra 104.000 aliquote…

Di fronte a questo scenario, capisco e condivido la rabbia dei Colleghi che hanno riempito la casella di posta elettronica della Tua redazione perche “non sanno più che pesci prendere“, ma le lamentele non risolvono la situazione”incancrenita”della Categoria che si trascina da diversi anni per ineludibile responsabilità dei soliti noti che, negli anni, hanno privilegiato la poltrona piuttosto che dare soluzioni ai Nostri problemi.

Allora BASTA con i sempre noti primi della classe!!! BASTA con le logiche di fazione!!! BASTA con gli inutili lacrimatoi!!!

TOCCA A TUTTI NOI RIPRENDERCI IL FUTURO!!

Troppe volte, in questi anni, abbiamo preferito rimanere “alla finestra” inerti ed indifferenti, aspettando che qualcuno, al quale avevamo dato fiducia, risolvesse i Nostri problemi.

I problemi sono Nostri e risolverli è Nostro compito, è un Nostro dovere.
È arrivato il momento di rimboccarci le maniche.
ABBANDONIAMO LA DISPERAZIONE E SCEGLIAMO LA DETERMINAZIONE.
NON C’È PIÙ TEMPO, SCENDIAMO IN PIAZZA: IMITIAMO I FORCONI – SUBITO – FACCIAMOLO – ORA!!!!!!

Autore: Italo Furlotti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>