Patente, arriva il nuovo rinnovo

31 dicembre 2013

Patente, arriva il nuovo rinnovo

Dal 9 gennaio 2014 le procedure saranno telematiche e il nuovo documento verrà recapitato presso il domicilio del richiedente.

La giungla automobilistica – C’è una categoria alla quale la maggior parte degli italiani adulti appartiene e per la quale i danni, i crucci e le spese diventano di giorno in giorno sempre più pesanti e onerosi. Si tratta della categoria degli automobilisti, che nel corso degli ultimi anni ha dovuto assistere agli aumenti dei premi assicurativi e a quelli delle accise sui carburanti, alla patente a punti e alle nuove regole sul pagamento delle multe. Insomma, si tratta di un settore in continua evoluzione il cui progresso però spesso non coincide con il benessere di chi l’automobile deve prenderla per forza, nonostante il dissesto delle strade italiane e il costo di giorno in giorno più alto della benzina. E a tutti questi aspetti che l’automobilista tricolore deve tenere fissi nella propria mente per potersi districare nella giungla dei motori, dal prossimo primo gennaio andrà ad aggiungersene un altro: il pacchetto di nuove regole per il rinnovo della patente.

La nuova procedura - Sul punto v’è da dire che qualche modifica risultava quanto mai necessaria, pertanto l’intervento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti cade proprio a pennello, solo in seguito si vedrà se queste novità avranno effettivamente snellito e reso più pratico il processo di rinnovo dell’autorizzazione amministrativa alla conduzione dei veicoli. In sostanza, il decreto ministeriale che entrerà in vigore dal prossimo 9 gennaio prevede che alla scadenza della patente il titolare riceverà, direttamente a casa sua, un nuovo documento stampato con la foto aggiornata. È chiaro quindi che la classica etichetta adesiva alla quale ci eravamo abituati scomparirà dalla scena. Tali modalità saranno operative già dal primo gennaio 2014, in ogni caso la normativa prevede venti giorni di tolleranza affinché le strutture preposte possano aggiornarsi.

Rinnovo telematico –
Fin qui abbiamo visto in che modo il titolare di una patente scaduta riceverà il nuovo documento. Bisogna però considerare che prima dell’invio della patente aggiornata sarà necessario inoltrare una segnalazione dell’avvenuta scadenza del documento. Innanzitutto si chiarisce che l’intera procedura sarà automatica. Il titolare dovrà sottoporsi alla preliminare visita medica per accertare che si trovi ancora nelle condizioni fisiche adatte alla conduzione di un veicolo in una strada pubblica. In una fase successiva alla visita, il richiedente otterrà ricevuta rilasciata dal sistema informatico al medico: in attesa che la nuova patente arrivi, tale ricevuta testimonierà l’avvenuto rinnovo. Sempre in modalità telematica, il titolare della patente riceverà la conferma di validità del documento di guida e solo in seguito, dopo che il documento sarà aggiornato anche con una foto recente del richiedente, questo sarà inviato all’indirizzo di residenza dello stesso.

I costi –
Ebbene, le procedure non sembrano particolarmente difficili, anzi si può tranquillamente affermate che la resa telematica delle modalità di rinnovo andrà a smaltire non poco lavoro negli uffici preposti e risparmierà inutili cavilli anche ai richiedenti. Tuttavia è opportuno considerare che ogni servizio ha un costo e che anche in questo caso bisognerà comunque pagare. Dunque, a partire dal 2014 il rinnovo della patente avrà un costo complessivo di 25 euro. Un simile ammontare comprenderà 16 euro per la marca da bollo e 9 euro per i diritti di Motorizzazione. Per effettuare il pagamento sarà reso disponibile un bollettino postale precompilato che dovrà poi essere consegnato al medico insieme alla foto aggiornata, quest’ultima in formato cartaceo. Ma non finisce qui, perché oltre ai suddetti 25 euro, il richiedente dovrà affrontare il costo della visita medica e 6,80 euro di posta assicurata, che dovranno essere versati alla consegna oppure al ritiro presso l’ufficio postale.

Autore: Redazione Fiscal Focus

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>